VIII CONVEGNO NAZIONALE SIAF ITALIA

Il professionista SIAF Italia deve essere in grado di operare su tre fronti: sapere, saper fare e saper essere.

“Sapere”, riguarda la conoscenza teorica, il quadro di riferimento in cui inserire il proprio operare. 

“Saper fare” è la pratica. Gestione delle dinamiche interpersonali, rispecchiamento e accoglienza delle emozioni, lettura del linguaggio corporeo, gestione delle proiezioni – proprie e dell’interlocutore – sono abilità che si sviluppano nell’ambito di un gruppo di formazione, attraverso simulazioni e tanto esercizio. 

“Saper essere” è il punto più delicato, riguarda la capacità di “esserci nella relazione”, e quindi di conoscere bene se stesso, prima di tutto. Il lavoro interiore in prima persona è parte integrante del percorso formativo alla professione di professionista della relazione d'aiuto che deve sviluppare doti di introspezione e acquisire una buona dimestichezza con le problematiche personali ancora irrisolte. Tutti quegli atteggiamenti che dovranno essere utilizzati con un cliente, dovrà metterli in atto prima di tutto con se stesso:
ascolto, empatia, accettazione e rispetto.

 

 

Per ulteriori informazioni contattare:

-       Segreteria Scientifica ai seguenti recapiti, Dott.ssa Imelda Zeqiri: segreteria@siafitalia.it Cell. 3317718079  

-       La Direzione Scientifica del Convegno: Prof. Massimiliano Zonza tesoriere@siafitalia.it